Gita di dicembre pt.2

Ha ora inizio la cronaca del primo giorno di gita, giovedì 16 dicembre 2010.

Alle ore 7 del mattino ritrovo presso l’ingresso principale dell’università, ove ci attende la corriera che abbiamo prenotato. Gli studenti che hanno organizzato il viaggio hanno infatti pensato che, essendo Tongyŏng una delle mete più distanti in assoluto da Seoul, un minimo di nove ore (tra andata e ritorno, salvo neve e/o traffico) sulle autostrade coreane sarebbe stato più pratico che prendere l’economico, comodo e veloce treno espresso KTX e arrivare a destinazione in poco più di due ore e mezza.

 

Uno studente ci trasmette tutta la gioia derivante dai viaggi in corriera

Giunti a destinazione a mezzogiorno passato, con un’ora di ritardo rispetto al previsto, nonostante la fame abbiamo posposto il pranzo[1] per visitare il Museo della Lacca (Ottchil Art Museum 옻칠 미술관), una piccola galleria dedicata per la maggior parte a dipinti in lacca di produzione contemporanea: opere che ci hanno colpito profondamente, tant’è vero che non ho nemmeno una foto del luogo da mostrarvi: approfittate del pratico link! Il simpatico direttore del museo, oltre ad averci fatto entrare gratuitamente, ci ha anche fatto da guida introducendo le meraviglie estetiche e tecniche dell’arte della lacca, ma data la sua inflessione dialettale, paragonabile a quella dei personaggi della pellicola “Totò che visse due volte”, non aspettatevi che abbia inteso granché delle sue Parole di Saggezza.

Alle 12.30, per desinare, ci siamo spostati nel centro della città, dove mi è stato spiegato che Tongyŏng è considerata la Napoli coreana, anche se a me più che altro ha dato l’idea di come sarebbe Grado in un mondo senza germanofoni. In ogni caso, che sia perché si affaccia su un golfo, o perché la gente guida pure peggio che a Seoul, bisogna accettare quello che gli amici coreani dicono: così facendo si potranno comprendere i numerosi riferimenti alla città partenopea che impreziosiscono Tongyŏng (vedi ad esempio il Napoli Motel che svetta imperioso sul porto vecchio (?)).

Il Naporee Mart, un altro sentito omaggio al capoluogo campano

 

중앙전통시장 - Joongang-Conventional market (questa mi sa che la capisce solo chi sa il coreano)

La specialità culinaria della città è il Chungmu kimpab 충무김밥, una particolare variante del classico kimpab: si tratta di piccole polpettine di riso avvolte nell’alga secca, servite assieme a due buoni contorni piccanti, ossia kkakdugi (kimchi di daikon) e un saporito mix di prodotti marini (pezzi di polpo, oden ecc…). In Corea, dove il pensiero confuciano è profondamente radicato nella mentalità comune, la tradizione è molto importante e chi ne è il legittimo depositario gode di grande credito e onore imperituro: questo spiega perché il sottoscritto abbia contato, nell’arco di cinque minuti di passeggiata nell’area portuale, almeno trenta ristoranti la cui insegna dichiarava “Ristorante di origine del Chungmu kimpab”. Il fatto che molti di questi ristoranti siano uno di fianco all’altro rende ancora più verosimile il contenuto di tali asserzioni.

Giovani storici dell'arte si nutrono

Dopo pranzo abbiamo fatto tante altre cose, che però vi racconterò domani![2]

ps: un ringraziamento speciale a ㄱㄱㅇ per aver fornito, anche se ancora non lo sa, alcune delle foto.


[1] In Corea la gente inizia a fare la fila per la mensa alle 11 e mezza.

[2] Nota il dettaglio del punto esclamativo conclusivo, totalmente superfluo.

9 Risposte to “Gita di dicembre pt.2”

  1. (Ilk contributo di oggi)
    Forse i trenta ristoranti in origine erano un unico ristorantone.

  2. Ma figurati, i gialli sono tutti uguali. U_U Sarà sempre la stessa vestita diversamente.

  3. Sì puoi venire, però si rifanno soprattutto gli occhi e il naso e il mento e poi vengono fuori le marmocchie che piacciono tanto al signor Fab-Yo ed è un apprezzato regalo per quando finisci le superiori!

  4. Ma puoi diventare una vera pop star!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: