Il Movimento del Primo Marzo

Ieri, il primo di marzo, in Corea si è celebrato come ogni anno l’anniversario del cosiddetto Movimento del Primo Marzo: si tratta di un enorme movimento civile sorto quando il primo marzo del 1919 un gruppo di “trentatre rappresentanti del popolo coreano[1]” organizzò nel centro di Seoul una manifestazione pacifica per rivendicare l’indipendenza della dal dominio coloniale giapponese, seguita da un corteo spontaneo di studenti a cui man mano si aggregarono sempre più persone, appartententi alle più svariate classi sociali. Le proteste, che solo a Seoul videro la partecipazione di almeno 570’000 persone, si propagarono nel volgere di pochi giorni in tutte le altre aree del paese: naturalmente il tutto fu represso nel sangue, il movimento fallì miseramente e la Corea rimase colonia giapponese fino al 1945. In tutta sincerità, in virtù del vittimistico patetismo compiaciuto piuttosto diffuso in questo paese, non stupisce una festa nazionale dedicata a un fallimento.

Il primo marzo del 2011 sarà però ricordato dagli storici tanto per il 92° anniversario del MPM, quanto per il mio ennesimo trasloco coreano, il quarto da agosto 2008. Dovete infatti sapere che gli studenti che, come chi scrive, risiedono nel dormitorio dell’Università Nazionale di Seoul (SNU) sono obbligati, per ragioni mai del tutto chiarite, a cambiare stanza una volta all’anno, precisamente nel giorno immediatamente precedente l’inizio del semestre primaverile[2].

La spiegazione più convincente che sono riuscito a darmi a riguardo è che chi gestisce il dormitorio gode perversamente della vista di qualche migliaio di persone che, tutte nello stesso giorno, si trovano a scambiarsi convulsamente le stanze vagolando disperatamente per il campus con valigie e scatoloni carichi di roba, a mo’ di spiriti famelici.

Per adesso mi fermo qua ‘ché ho sonno ma, se anche tu vuoi conoscere i dettagli del mio trasloco, non perdere il prossimo, entusiasmante intervento che verrà pubblicato a breve in questo blog! E ora, vi lascio con il link pietoso di oggi!

[1] Lee Ki-baik, A New History of Korea, 1984 Ilchokak, Seoul, p. 341.

[2] Va dal 2 marzo al 29 giugno.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: